INVERTEBRATI MARINI

Salaria basilisca

nome scientifico

Salaria basilisca

nome comune

Bavosa basilisco

autore

Valenciennes, 1836

nome dialettale

Gatarusoea

descrizione

Corpo affusolato, compresso con profili dorsale e ventrale quasi rettilinei. Capo piccolo con muso arrotondato che negli esemplari adulti di sesso maschile presenta una cresta carnosa, non molto accentuata; bocca piccola, situata in posizione mediana e munita di piccoli denti conici seguiti da un dente caniniforme più grosso e ricurvo all’indietro disposti in un’unica fila su entrambe le mascelle; occhio piccolo di forma circolare. Presenza di un'unica pinna dorsale che decorre dall’inserzione delle pinne pettorali fino al peduncolo caudale. Pinna anale lunga più della metà di quella dorsale, situata in prossimità del peduncolo caudale. Pinne pettorali mediamente sviluppate. Pinne ventrali poco sviluppate inserite poco oltre le pinne pettorali. Pinna caudale omocerca, troncata. Corpo rivestito di abbondante muco.

taglia

18 cm, 40 g

colorazione

Verde-olivastra con numerose fasce verticali brunastre bordate di azzurro sul dorso e sui fianchi, verde-giallastra sul ventre. Capo caratterizzato da alcuni puntini celesti. Pinne grigio-verdastre. Pinna dorsale con bande più scure che si congiungono a quelle del dorso.

distribuzione geografica

Presente in tutto il bacino del Mediterraneo.

ecologia

Specie marina territoriale, vive su fondali rocciosi, sabbiosi e detritici vegetati, generalmente tra 2 e 10 metri di profondità, potendo tuttavia spingersi anche su batimetriche prossime ai 15 metri. Raramente penetra lagune ed estuari, mantenendosi tuttavia in zone con salinità simile a quella marina. Periodo riproduttivo: Aprile-Agosto. Specie gonocorica; batch spawner. Cure parentali paterne. Preparazione del nido riproduttivo da parte del maschio. Specie macrobentivora, si nutre in massima parte di piccoli crostacei, molluschi e anellidi

valore commerciale

Nullo

annotazioni

Il nome dialettale Gatarusoea è comune a tutti i blennidi