PESCI ACQUE MARINE

Symphodus roissali

nome scientifico

Symphodus roissali

anteprima

nome comune

Tordo verde

autore

Risso, 1810

nome dialettale

Papagal, donzea

descrizione

Corpo affusolato, compresso con profilo dorsale leggermente arcuato e ventrale quasi rettilineo. Capo grande con muso appuntito; bocca piccola, situata in posizione mediana, leggermente protrattile e munita di labbra carnose e denti conici, appuntiti, disposti su un’unica fila su entrambe le mascelle; occhio piccolo di forma circolare. Presenza di un'unica pinna dorsale che decorre dall’inserzione delle pinne pettorali fino al peduncolo caudale. Pinna anale lunga circa metà di quella dorsale, situata in prossimità del peduncolo caudale. Pinne pettorali mediamente sviluppate. Pinne ventrali mediamente sviluppate, inserite poco dietro quelle pettorali. Pinna caudale omocerca, troncata.

taglia

21 cm; 200 g

colorazione

Variabile in funzione del sesso, habitat, stagione, stimoli esterni e salinità. Generalmente le femmine hanno una colorazione di fondo marrone-rossastra su dorso fianchi e ventre. Presenza di bande verdi, gialle o rosse che decorrono dal capo al peduncolo caudale e di macchie scure disposte a formare delle bande verticali sui fianchi. Opercoli caratterizzati da fasce oblique variamente colorate. Durante il periodo riproduttivo presentano la papilla uro-genitale nera. Tale colorazione diviene più intensa durante il periodo riproduttivo. I maschi hanno una colorazione di fondo verde smeraldo su dorso, fianchi e ventre. Presenza di chiazze marroni sui fianchi ordinate in linee che decorrono dal capo al peduncolo caudale. Opercoli caratterizzati da fasce oblique verde scuro. Tale colorazione diviene più intensa durante il periodo riproduttivo.

distribuzione geografica

Presente in tutto il bacino del Mediterraneo e nell’Oceano Atlantico dal golfo di Guascogna allo stretto di Gibilterra.

ecologia

Specie marina territoriale, vive su fondali rocciosi, sabbiosi e detritici vegetati generalmente tra 1 e 10 metri di profondità, potendo tuttavia spingersi anche su batimetriche prossime ai 30 metri. Spesso penetra lagune ed estuari mantenendosi tuttavia in zone con salinità simile a quella marina. Durante il periodo riproduttivo il maschio costruisce un nido a forma di semicerchio utilizzando alghe finemente sminuzzate saldandole con sabbia o pietrisco tritato. Cure parentali paterne. Presenza di tattiche riproduttive alternative maschili (satellite). Periodo riproduttivo: Aprile-Maggio. Specie probabilmente gonocorica; batch spawner. Specie macrobentivora, si nutre in massima parte di crostacei, molluschi ed anellidi.

valore commerciale

Nullo

annotazioni

Il nomi dialettali papagal e donzea sono comuni a tutti i labridi