PESCI ACQUE MARINE

Squalius squalius

nome scientifico

Squalius squalius

nome comune

Cavedano

autore

Bonaparte, 1837

nome dialettale

Squaeo, squaetto, cavedel

descrizione

Specie dal corpo affusolato con bocca grande, terminale e collocata in posizione mediana. Ha scaglie cicloidi grandi.

taglia

60cm; 2,5kg

colorazione piumaggio

La colorazione è piuttosto uniforme tendente al grigio-bronzato. Le scaglie sono orlate di un colore scuro. Le pinne sono grigio-giallastre.

distribuzione geografica

Specie diffusa nei bacini dei fiumi afferenti al Mar Ligure e Mar Tirreno dal fiume Var (Francia) al fiume Savuto (Calabria). Nei fiumi Sini e Basento, tributari del Mar Ionio. Nei fiumi italiani del bacino del Mare Adriatico e lungo la costa orientale dalla Slovenia ai bacini dei laghi di Scutari e di Ocrida (Albania e Montenegro).

ecologia

Specie ubiquitaria, robusta e adattabile, diffusa sia in acque correnti sia in acque ferme . Il cavedano predilige fondali asubstrato misto di ghiaia, sabbia e pietrisco, ma si rinviene anche su letti fangosi e ricchi di vegetazione. A seconda delle località, la specie va in frega da aprile a luglio, in relazione al regime termico dell'habitat.