AVIFAUNA LAGUNARE

Himantopus himantopus

nome scientifico

Himantopus himantopus

nome comune

Cavaliere d'Italia

autore

Linnaeus, 1758

descrizione

Limicolo molto elegante, praticamente inconfondibile, caratterizzato dal lungo becco dritto e sottile, zampe molto lunghe di colore rosso-rosaceo e piumaggio bianco e nero. In volo mantiene testa e zampe completamente distese.

taglia

Lunghezza: 35-40 cm. Larghezza alare: 67-83 cm. Lunghezza delle ali: ♂ 240-255 mm, ♀ 222-242 mm. Peso: 150-200 g.

colorazione piumaggio

Il piumaggio è bicolore, con collo, petto e ventre bianchi ed ali e dorso di color nero intenso, con pronunciati riflessi verdi nei maschi e bruni nelle femmine. Il groppone è bianco e a forma di cuneo, mentre le ali sono completamente nere. Il capo è bianco nella parte anteriore, mentre vertice, nuca e retrocollo assumono colorazione nera. Nei maschi il piumaggio del capo presenta aree nere più estese rispetto alle femmine, tuttavia è presente una grande variabilità cromatica per ambo i sessi. I giovani sono simili agli adulti, da cui differiscono per la colorazione meno accesa delle zampe (più arancio che rosse), piumaggio delle parti alti bruno anziché nero e per la presenza di una bordatura bianca sulle ali (giovani del primo anno).

distribuzione geografica

Il Cavaliere d’Italia è specie tipica dell’Europa meridionale e risulta infatti accidentale in Scandinavia, isole Britanniche, Germania, area del Baltico, Rep. Ceca e Slovacchia. L’areale riproduttivo europeo comprende Spagna, Francia meridionale, Italia, Grecia, Bulgaria e Turchia. Il principale areale di svernamento per gli individui europei si trova nell’Africa sub-sahariana e nel Medio Oriente. Piccole popolazioni sono localmente residenti in Spagna ed Italia (Sardegna e Sicilia).

ecologia

Le prede del Cavaliere d’Italia sono principalmente invertebrati, in particolare insetti acquatici. L’alimento viene raccolto mediante rapidi colpi di becco sulla superficie del sedimento, solitamente durante “passeggiate” esplorative sui bassifondi. Le prede più frequenti sono coleotteri, tricotteri, odonati, ditteri, ma anche piccoli crostacei, molluschi, ragni e policheti. Prede accidentali sono piccoli pesci, uova di pesce e materiale vegetale. Il periodo riproduttivo in Europa del sud si estende dai primi di maggio a fine giugno. Il nido viene costruito in terra, solitamente in spazi aperti e circondati da acqua bassa, ma può essere collocato anche tra la vegetazione (spesso nascosto) e a considerevoli distanze dall’acqua. Produce un’unica nidiata di 3-5 uova. L’incubazione dura 22-25 giorni. In Laguna di Venezia il Cavaliere d’Italia è specie migratrice regolare e nidificante; la presenza invernale è occasionale.

annotazioni

Least Concern (LC) nelle attuali Liste Rosse IUCN. Specie elencata in Allegato I alla Direttiva 2009/147/CE.