PESCI ACQUE MARINE

Gobius paganellus

nome scientifico

Gobius paganellus

nome comune

Ghiozzo paganello

autore

Linnaeus, 1758

nome dialettale

Paganeo

descrizione

Corpo affusolato e tozzo, massiccio nella metà anteriore, leggermente compresso in quella posteriore, con profili dorsale e ventrale leggermente incurvati quasi simmetrici. Capo grande con muso arrotondato; narici anteriori allungate e digitate; bocca grande, situata in posizione mediana, munita di grosse labbra e piccoli denti conici disposti su più file; occhio grande di forma circolare, sporgente sul profilo dorsale. Presenza di due pinne dorsali: la prima si inserisce quasi alla stessa altezza delle pinne pettorali; la seconda, più grande, si sviluppa poco dietro la prima e raggiunge il peduncolo caudale. Pinna anale lunga circa quanto la dorsale e situata in posizione quasi simmetrica rispetto a questa. Pinne pettorali mediamente sviluppate dotate, superiormente, di numerosi raggi liberi. Pinne ventrali inserite poco oltre le pinne pettorali e fuse a formare una sorta di disco basale grazie al quale il pesce è in grado di aderire al substrato. Pinna caudale omocerca, arrotondata. Corpo rivestito di abbondante muco. Forte dimorfismo sessuale di taglia (maschi più grandi).

taglia

18 cm; 120 g

colorazione

Generalmente brunastra con numerose chiazze più chiare disposte irregolarmente su fianchi e dorso, ma anche, a seconda della tipologia di habitat in cui vive, verde-giallastra o nerastra. Il ventre risulta più chiaro, tendente al bianco. Prime pinna dorsale bordata di bianco o arancione. Durante il periodo riproduttivo, nei maschi, il bordo superiore della prima pinna dorsale assume una caratteristica colorazione rosso intenso.

distribuzione geografica

Presente in tutto il bacino del Mediterraneo, nel Mar Nero e nell’oceano Atlantico dalla Scozia fino al Senegal.

ecologia

Specie marina territoriale, vive su fondali rocciosi, sabbiosi e detritici, spogli e vegetati, da 1 a 3 metri di profondità, potendo tuttavia raggiungere anche batimetriche prossime ai 10 metri. Spesso penetra lagune ed estuari, mantenendosi tuttavia in zone con salinità simile a quella marina. Periodo riproduttivo: Marzo-Giugno. Specie gonocorica; batch-spawner; forte dimorfismo sessuale di taglia (maschi più grandi). Cure parentali paterne. Produzione di suoni durante il corteggiamento e le interazioni aggressive. Preparazione del nido riproduttivo da parte del maschio. Specie macrobentivora, si nutre in massima parte di crostacei, molluschi ed anellidi.

valore commerciale

Nullo

 

Suono di G. paganellus

Scarica e ascolta il file audio