PESCI ACQUE MARINE

Echiichthys vipera

nome scientifico

Echiichthys vipera

nome comune

Tracina vipera

autore

Cuvier, 1829

nome dialettale

Pesse ragno

descrizione

Corpo affusolato compresso nella parte posteriore con profili dorsale e ventrale leggermente incurvati quasi simmetrici. Capo grande con muso appuntito; bocca grande, situata in posizione supera, incisa obliquamente verso l’alto e munita di piccoli denti disposti in più file su entrambe le mascelle; denti sono pure presenti su vomere e palatino; mandibola leggermente prominente; occhio grande di forma circolare sporgente sul profilo dorsale. Opercolo munito di spina scanalata sul margine posteriore. Presenza di due pinne dorsali: la prima si inserisce quasi alla stessa altezza delle pinne pettorali; la seconda, molto più lunga, si sviluppa poco dietro la prima e raggiunge il peduncolo caudale. Pinna anale lunga quanto la seconda dorsale e situata in posizione quasi simmetrica rispetto a questa. Pinne pettorali mediamente sviluppate. Pinne ventrali poco sviluppate, inserite poco più avanti delle pinne pettorali. Pinna caudale omocerca, troncata.

taglia

15 cm; 30 g

colorazione

Grigio-giallastra con punteggiatura nerastra sul dorso; biancastra sui fianchi e sul ventre. Prima pinna dorsale nera. Pinna caudale orlata di nero.

distribuzione geografica

Presente nel Mediterraneo occidentale, nel Mar Egeo  e nell’Oceano Atlantico dal Mare del Nord fino al Marocco ed alle isole Canarie e di Madeira.

ecologia

Specie marina fortemente territoriale, vive su fondali sabbiosi spogli generalmente tra 1 e 10 metri di profondità, potendo tuttavia spingersi anche su batimetriche prossime ai 150 metri. Molto aggressiva, possiede ghiandole velenifere e la tossina prodotta è tra le più tossiche tra i pesci presenti sulle coste italiane. Il veleno, di colore azzurrognolo, viene inoculato attraverso le spine opercolari ed il primo raggio della prima pinna dorsale. Soprattutto gli esemplari giovanili penetrano lagune ed estuari, mantenendosi tuttavia in zone a salinità prossime a quella marina. Vive insabbiata quasi completamente lasciando scoperti solo gli occhi e le narici, attendendo il passaggio di qualche preda. Periodo riproduttivo: Aprile-Giugno. Specie gonocorica; batch spawner. Specie macrobentivora ed ittiofaga, si nutre in massima parte di crostacei e piccoli pesci.

valore commerciale

Di discreto interesse economico è raramente presente nel mercato locale, mentre si trova più spesso in quelli del centro e sud Italia dove viene commercializzata fresca o congelata.