AVIFAUNA LAGUNARE

Aythya fuligula

nome scientifico

Aythya fuligula

nome comune

Moretta

autore

Linnaeus, 1758

nome dialettale

Magasso penacin, Moreto

descrizione

Anatra tuffatrice di dimensioni relativamente ridotte con collo corto e capo piuttosto grosso caratterizzato da cresta reclinata sul retro collo. Il capo è arrotondato, ma presenta curvatura irregolare, con fronte alta e vertice piatto. Il becco è corto ma largo, di colore grigio-blu chiaro con apice nero. Il maschio presenta piumaggio nero con fianchi bianchi, mentre la femmina è caratterizzata da toni bruno-rossicci.

taglia

Lunghezza: 40-47 cm. Apertura alare: 67-73 cm. Lunghezza alare: ♂ 198-215 mm, ♀ 193-205 mm. Peso: ♂ 600-1000 g, ♀ 500-950 g.

colorazione piumaggio

Il maschio presenta piumaggio nero con ventre bianco e fianchi bianchi ben definiti e di forma rettangolare; occhi gialli. La femmina è di colore bruno scuro sulle parti superiori e sul petto, con fianchi più chiari, tendenti al giallo-bruno. Il ventre presenta colorazione bruno-rossiccia, mentre il sottocoda appare bianco screziato. La cresta è di dimensioni molto ridotte rispetto a quella del maschio. In corrispondenza dell’attaccatura del becco molte femmine presentano un’area di piumaggio bianco. Il maschio adulto in abito eclissale assomiglia molto alla femmina, dalla quale si distingue per le parti superiori più scure e per i fianchi più chiari. Anche gli individui giovanili presentano piumaggio simile a quello delle femmine adulte, ma si differenziano da queste per toni leggermente più chiari sul capo e per la presenza di un debole “alone” bianco alla base del becco.

distribuzione geografica

La moretta presenta un ampio areale riproduttivo, che va dall’estremo nord dell’Europa sino all’area del Mediterraneo. Gli stock più consistenti sono presenti in Islanda, Scandinavia, Isole Britanniche, Russia ed Europa continentale, mentre nell’area del Mediterraneo (Spagna, Italia, Slovenia, Croazia) il numero delle coppie nidificanti è decisamente inferiore (dai 2 ai 3 ordini di grandezza) evidenziando come l’Europa del sud abbia un ruolo marginale come areale riproduttivo. L’areale di svernamento invece copre l’Europa nord-occidentale (Francia, Olanda e Belgio) sino al Mar Mediterraneo (incluse le coste del Nord-Africa e dell’Asia minore) e al Mar Nero.

ecologia

La moretta è un anatide gregario generalmente migratore, anche se risulta stanziale in alcune aree dell’Europa continentale. È specie onnivora, che si ciba in immersione di vegetali ed organismi sessili o in lento movimento sul fondale. Meno frequente è l’alimentazione su substrati emersi, mentre è solo occasionale la ricerca di cibo sulla battigia o a terra. La riproduzione avviene generalmente a metà maggio in tutta Europa; i nidi sono generalmente costruiti in prossimità dell’acqua (entro 20 m o al massimo 150 m nelle isole), generalmente tra le sterpaglie o sotto cespugli, più raramente in spazi aperti (generalmente in colonie di gabbiani o sterne). Le uova sono deposte in un’unica nidiata di 8-11 unità e vengono incubate per un periodo di 23-28 giorni. In natura la moretta può generare ibridi con altre anatre tuffatrici, in particolare moretta grigia, moretta dal collare, moretta tabaccata e moriglione. In Laguna di Venezia la moretta è specie migratrice e svernante poco comune. Rara come nidificante.

annotazioni

Least Concern (LC) nelle attuali Liste Rosse IUCN. La specie è citata nell'Allegato III, Parte B, alla Direttiva 2009/147/CE